www.solerpalau.it
 
 
 
 
 
  FORMAZIONE
 
 
 
Dispense tecniche  
 
 
 
Casi pratici di ventilazione  
 
 
 
Errori pi¨ comuni  
 
 
 
Bibliografia  
 
 
 
 
  CASI PRATICI DI VENTILAZIONE
 
PROCESSI INDUSTRIALI
 
ASCIUGATURA INDUMENTI DI LAVORO
 
   
 
Una ditta di Barcellona nella zona del VallÚs, la cui attivitÓ Ŕ la produzione di surgelati e gelati, aveva un problema con gli indumenti di lavoro speciali che utilizzano i suoi dipendenti.

Una volta usciti dalla sala del freddo per un riposo, si toglievano gli indumenti isotermici, quasi congelati e, quando li desideravano indossare di nuovo, riscontravano che avevano accumulato un livello cosý elevato di umiditÓ che era impossibile riutilizzarli a breve termine.

In collaborazione con una ditta di costruzioni della zona hanno progettato un armadio per appendere questi indumenti bagnati e hanno contattato S&P per chiedere la nostra collaborazione in un sistema per l'eliminazione di questa umiditÓ impegnata negli indumenti.

 
 Ir a la soluciˇn final
 
 
  DATI DA PRENDERE IN CONSIDERAZIONE
 
 
 
L'armadio progettato aveva le seguenti dimensioni:

Lunghezza: 10,8 m
Altezza: 2,3 m
ProfonditÓ: 0,69 m

Era costruito in lamiera d'acciaio galvanizzato, con un contropavimento e un controsoffitto, e in entrambi erano stati effettuati dei fori per consentire il passaggio dell'aria. L'armadio si chiudeva attraverso delle porte scorrevoli costruite con un pannello del tipo sandwich. .
 
 
 
 
  DETERMINAZIONE DELLE ESIGENZE
 
 
 
Dal momento che non si conosceva il livello di umiditÓ accumulata nÚ la capacitÓ di ritenzione dell'acqua da parte del tessuto, abbiamo deciso di lavorare sulla base di altre esperienze precedenti nel asciugatura di altri tipi di articoli, casse, bottiglie, ecc.

Abbiamo considerato di rinnovare totalmente l'aria dell'armadio 30 volte all'ora a una temperatura tra 40 e 50 gradi, considerando che la temperatura interna poteva essere di 0║ o addirittura meno quando si inserivano gli indumenti.

QuantitÓ di aria da muovere:
 
L x A x P x 30

10,8 x 2,3 x ,69 x 30 = 514 m3/h
 
Potenza necessaria per riscaldare l'aria:
 
Q x It x 0,36
 
In cui:
Q = Flusso dell'aria da scaldare in m3
It = Aumento di temperatura richiesto.
0,36 = Costante.
514 x 50 x 0,36 = 9.252 W

La perdita di carico dell'impianto Ŕ stata valutata intorno ai 22 mm c.d.a.
 
 
 Ir a la soluciˇn final
 
 
 
 
 
 
 
www.solerpalau.es