www.solerpalau.it
 
 
 
 
 
  FORMAZIONE
 
 
 
Dispense tecniche  
 
 
 
Casi pratici di ventilazione  
 
 
 
Errori pi¨ comuni  
 
 
 
Bibliografia  
 
 
 
 
  CASI PRATICI DI VENTILAZIONE
 
ESTRAZIONE LOCALIZZATA
 
VENTILAZIONE CAPPA DI LABORATORIO
 
   
 
Abbiamo ricevuto una consultazione da un laboratorio nel cui dipartimento di ricerca si stanno montando delle cappe per lavorare con reagenti chimici che producono gas tossici, e quindi hanno bisogno di una consulenza per definire l'estrattore pi¨ adeguato per l'evacuazione di tali gas.
 
 Ir a la soluciˇn final
 
 
  DATI DA PRENDERE IN CONSIDERAZIONE
 
 
 
Si tratta di una cappa di vetro a forma di parallelepipedo con le seguenti dimensioni:

Lunghezza: 2,70 m.
ProfonditÓ: 0,85 m
Altezza: 1,47 m.

╚ stata creata affinchÚ possano lavorare due persone e sul lato frontale sono state aperte due porte con le seguenti dimensioni:

Lunghezza: 0,84 m.
Altezza: 0,67 m.

L'aria evacuata dovrÓ essere mandata all'esterno attraverso un tubo di 3 m e avrÓ 2 gomiti di 90║.  
 
 
 
  DETERMINAZIONE DELLE ESIGENZE
 
 
 
Per determinare le esigenze, e in mancanza di una normativa al riguardo, ci basiamo sui valori forniti dall'"American Conference of Governmental Industrial Hygienists" che propone i seguenti requisiti minimi:
 
Q = S x 0,3 m³/s
 
  In cui S = alla superficie della/e porta/e che possiede la cappa.

Applicato a questo caso, le esigenze di ventilazione saranno:
 
Q = (0.84 x 0.67) x 2 x 0,3 x 3.600 = 1.216 m³/h
 
  Dal momento che i gas travasati saranno corrosivi, il ventilatore da applicare dovrÓ essere di materiale plastico.
 
 
 Ir a la soluciˇn final
 
 
 
 
 
 
 
www.solerpalau.es