www.solerpalau.it
 
 
 
 
 
  FORMAZIONE
 
 
 
Dispense tecniche  
 
 
 
Casi pratici di ventilazione  
 
 
 
Errori pi¨ comuni  
 
 
 
Bibliografia  
 
 
 
 
  CASI PRATICI DI VENTILAZIONE
 
RICAMBIO AMBIENTALE
 
VENTILAZIONE DI UNA PALESTRA CON PISCINA
 
   
 
Una palestra di Alicante Ŕ dotata di una piccola piscina climatizzata al centro della stessa, a disposizione dei soci; a causa della temperatura ambientale e dell'evaporazione dell'acqua, l'umiditÓ si accumula sulle pareti e crea muffa.
 
 Ir a la soluciˇn final
 
 
  DATI DA PRENDERE IN CONSIDERAZIONE
 
 
 
La palestra ha una superficie di 144 m2 e 2,5 m di altezza per cui il volume Ŕ di 360 m3.

La piscina centrale ha una superficie di 16 m2.
 
 
 
  DETERMINAZIONE DELLE ESIGENZE
 
 
 
Nei locali in cui si trovano delle piscine, si verifica una notevole evaporazione d'acqua che, successivamente, si condensa nelle zone pi¨ fredde degli stessi.

╚ pertanto necessario un certo livello di ventilazione per eliminare il fenomeno della condensa, ma al tempo stesso bisogna controllare la temperatura dell'aria immessa per non raffreddare bruscamente la massa d'aria interna e provocare un effetto di nebbia, e al tempo stesso una sensazione molto sgradevole per gli utenti.

In questo caso, dal momento che la piscina si trova all'interno della palestra stessa, Ŕ difficile determinare il flusso adeguato per la corretta eliminazione dell'umiditÓ (flusso che sarebbe relativamente basso se solo considerassimo la superficie della piscina, dal momento che sono necessari dei flussi dell'ordine di 15 m│/h. m▓ di superficie della piscina), per questo si Ŕ deciso di applicare il RITE Regolamento degli Impianti Termici negli Edifici), che nella sua istruzione ITE 02.2.2 "QualitÓ dell'aria interna e ventilazione" indica che verranno presi in considerazione i criteri della norma UNE100 011 per la ventilazione di questo tipo di locali.

Tale norma applica dei flussi di ventilazione in base, in questo caso, alla superficie del locale considerato. Per le piscine, il flusso Ŕ di 2.5 l/s.m2 mentre per le palestre Ŕ di 4 l/s.m2.

Di conseguenza si propone la realizzazione dei calcoli in base al valore pi¨ alto, per cui il flusso adeguato per la ventilazione della palestra sarÓ di:
 
Q = 144 x 4 = 576 l/s = 2074 m3/h
 
 Ir a la soluciˇn final
 
 
 
 
 
 
 
www.solerpalau.es