www.solerpalau.it
 
 
 
 
 
  FORMAZIONE
 
 
 
Dispense tecniche  
 
 
 
Casi pratici di ventilazione  
 
 
 
Errori pi¨ comuni  
 
 
 
Bibliografia  
 
 
 
 
  CASI PRATICI DI VENTILAZIONE
 
RICAMBIO AMBIENTALE
 
VENTILAZIONE ANTINCENDIO IN CONDOMINIO
 
   
 
Da uno studio di ingegneria di Badajoz ci viene richiesta una consulenza per la realizzazione di un sistema di ventilazione in un condominio con 24 alloggi, che si attivi in caso di incendio per evacuare i fumi e agevolare l'uscita delle persone.
 
 Ir a la soluciˇn final
 
 
  DATI DA PRENDERE IN CONSIDERAZIONE
 
 
 
L'edificio Ŕ giÓ stato costruito con una canalizzazione prevista per la mandata d'aria e un'altra per l'estrazione, dal tetto fino al piano terra; le canalizzazioni scendono dal tetto fino al piano terra attraverso il vano delle scale e hanno una lunghezza di 31 m e una sezione di 0,25 X 0,38 m.

La canalizzazione di mandata ha una sola bocca d'uscita a piano terra, mentre quella di estrazione include delle griglie ad ogni piano.
 
 
 
 
  DETERMINAZIONE DELLE ESIGENZE
 
 
 
La dimensione delle canalizzazioni limiterÓ le nostre possibilitÓ di estrazione dal momento che se dobbiamo rispettare la normativa "UNE 100040.1996", nel suo paragrafo "100040.1996 Canalizzazioni" indica che l'aria dovrÓ circolare negli stessi a una velocitÓ inferiore a 10 m/s.

Per determinare il flusso necessario e basandoci sulla stessa norma "UNE 100040" di "Protezione delle Vie di Evacuazione tramite Pressurizzazione" nel suo paragrafo 8.7.4 che consiglia per questi casi una velocitÓ di passaggio dell'aria attraverso la sezione di una porta aperta di almeno 0,75 m/s e tenendo conto che le misure di una porta standard sono di 2,2 X 0,825 m, il flusso necessario in m│/h sarebbe:
 
Q = (2,2 X 0,825) X 0,75 X 3.600 = 4.900 m³/h
 
  Con questo flusso, la velocitÓ di circolazione dell'aria attraverso le canalizzazioni, sarebbe di 14,3 m/s, molto superiore rispetto a quella massima indicata di 10 m/s.

Dal momento che la norma "UNE 100040 - 8.7.4." non Ŕ obbligatoria e poichÚ non esisteva nessuna normativa locale a Badajoz abbiamo fatto nuovamente i calcoli basandoci sulla normativa stabilita dal Comune di Barcellona che richiede una velocitÓ di 0,5 m/s attraverso la sezione di una porta:
 
Q = (2,2 X 0,825) X 0,5 X 3.600 = 3.270 m³/h
 
  Questo flusso rappresenta una velocitÓ di 9,56 m/s nella canalizzazione che rientra nei limiti consigliati.
 
 
 
 Ir a la soluciˇn final
 
 
 
 
 
 
 
www.solerpalau.es